A partire dal 01.01.2020, cambia la modalità di riscossione coattiva delle somme dovute agli Enti locali per gli accertamenti emessi ad esempio in tema di IMU, TARI, TOSAP.

La Legge di Bilancio 2020, innovando il sistema, mantiene ferma la necessità che il versamento delle somme accertate avvenga entro il termine per il ricorso ossia entro i 60 giorni dalla data di notifica dell’atto, tuttavia, in caso di inadempimento l’avviso di accertamento costituisce esso stesso titolo esecutivo.

Per cui gli importi derivanti dall’avviso di accertamento potranno essere direttamente affidati in riscossione, decorsi, nella maggior parte dei casi, 90 giorni dalla notifica dell’atto, mediante flussi telematici. Come nel sistema pregresso, la riscossione sarà a cura dell’ente locale, del concessionario iscritto nell’apposito albo o dell’Agente della riscossione “nazionale”.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap