La Legge di stabilità per il 2015 aveva introdotto il meccanismo dello Split payment per le operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti della Pubblica Amministrazione (si rimanda alla circolare di gennaio 2015). Il meccanismo introdotto era comunque subordinato all’autorizzazione da parte dell’Unione Europea.

Recentemente il Consiglio Ue, con la Decisione 14.07.2015, n. 2015/1401, pubblicata sulla G.U. dell’Unione Europea 18.08.2018 n. L217, ha autorizzato l’Italia ad adottare il metodo in esame quale “misura antielusiva giustificata dal riscontro di considerevoli fenomeni di evasione fiscale per quanto riguarda le cessioni di beni e le prestazioni dei servizi effettuate a favore delle pubbliche amministrazioni”.

L’autorizzazione dell’Unione Europa per lo split payment è temporanea in quanto concessa solo per il periodo compreso tra l’1/1/2015 e il 31/12/2017.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap