Con riferimento al credito d’imposta per investimenti pubblicitari di cui all’art. 57-bis del DL 50/2017, l’art. 3-bis del DL 28.6.2019 n. 59, inserito in sede di conversione nella L. 8.8.2019 n. 81, ha in parte riformulato la misura dell’agevolazione rispetto alla precedente versione.
In particolare, il nuovo co. 1-bis dell’art. 57-bis del DL 50/2017 prevede che, a decorrere dall’anno 2019, il credito d’imposta sia concesso, alle stesse condizioni e ai medesimi soggetti previsti per il 2018, nella misura unica del 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati; di fatto non è più prevista l’aliquota maggiorata del 90% per le micro imprese/PMI/start-up innovative.
Requisiti
Come in passato è necessario ci sia un “investimento incrementale” ossia che l’ammontare dell’investimento effettuato sia superiore almeno dell’1% di quello sugli stessi mezzi di informazione dell’anno precedente. Si intende per mezzi di informazione il tipo di canale informativo e quindi: stampa da una parte ed emittenti radiofoniche e televisive dall’altra.

Soggetti beneficiari

Il credito d’imposta spetta a:
• imprese;
• lavoratori autonomi;
• enti non commerciali.

Investimenti agevolabili

In estrema sintesi, sono oggetto dell’agevolazione gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie su:
• la stampa quotidiana e periodica (anche on line);
• le emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali.
Misura dell’agevolazione
Dal 2019 viene prevista un’unica misura del credito d’imposta per tutti i soggetti, pari al 75% del valore degli investimenti incrementali effettuati.

Resta fermo il rispetto:

• del limite massimo di spesa, come stabilito ai sensi del novellato co. 3 dell’art. 57-bis del DL 50/2017;
• dei regimi degli aiuti de minimis. Modalità di accesso all’agevolazione
Come in passato l’accesso all’agevolazione si realizza in due fasi: la prima fare si riferisce alla presentazione dell’istanza di PRENOTAZIONE.

Per il 2019 l’istanza telematica di prenotazione deve essere presentata dal 01.10.2019 al 31.10.2019.
La seconda fase, relativa all’istanza di “conferma degli investimenti effettivamente realizzati” va presentata entro il 31.01.2020.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap