In data 11 settembre 2018 è stato pubblicato nella G.U. n. 211 il Decreto 11 maggio 2018 contenente le procedure e le modalità con le quali ENEA effettuerà i controlli sia documentali che tramite sopralluoghi volti ad accertare la sussistenza dei requisiti e delle condizioni per poter fruire delle relative detrazioni fiscali.

Entro il 30 giugno di ogni anno, Enea elabora un programma di controlli ecobonus a campione sulle istanze presentate entro il 31 dicembre dell’anno precedente. Il campione sarà formato tenendo conto:

  • degli interventi con aliquota di detrazione più elevata;
  • degli importi di spesa più elevati;
  • degli elementi di criticità in relazione ai requisiti di accesso alla detrazione e ai massimali dei costi unitari ammessi.

Enea comunica l’avvio dell’attività di controllo tramite raccomandata A/R o PEC; successivamente il soggetto controllato deve inviare nei trenta giorni successivi in formato PDF i documenti di riferimento. Enea, ricevuti i documenti, comunica l’esito del controllo entro 90 giorni.

Si sottolinea che ENEA trasmette all’Agenzia delle Entrate una relazione motivata relativa agli accertamenti eseguiti, al fine di consentire a quest’ultima di valutare l’eventuale decadenza dal beneficio fiscale nei casi di esito negativo dei controlli effettuati.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap