I commercianti al minuto, in caso di reso merce, possono agire in tre modi diversi:

  1. Rimborso del denaro del prezzo pagato
  2. Sostituzione del bene con beni dello stesso tipo o con altri beni
  3. Sostituzione del bene con un buono di acquisto da usare successivamente.

Nel caso di rimborso in denaro del prezzo pagato, il commerciante al minuto deve emettere scontrino con la causale “rimborso per restituzione vendita”. Tale scontrino va evidenziato separatamente nel registro dei corrispettivi per poterlo poi scomputare in diminuzione.

Con l’avvento dei registratori telematici, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che la stessa prassi non è stata modificata.

In particolare il documento commerciale deve:

  • Riportare la dicitura “DOCUMENTO COMMERCIALE PER RESO MERCE”
  • Riportare gli estremi del documento originario emesso. In generale tutti i registratori telematici hanno la funzione di recuperare i dati dello scontrino originario. In caso contrario i dati vanno messi manualmente.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap