A partire dal 2018 il meccanismo dello split payment si dovrà applicare anche alle cessioni di beni e alle prestazioni di servizi effettuate nei confronti di tutte le società controllate dalla Pubblica Amministrazione.
Nello specifico lo split payment per la pubblica amministrazione si riferisce a:

  • Enti pubblici economici nazionali, regionali e locali comprese le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona;
  • Fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche per una percentuale complessiva del fondo di dotazione non inferiore al 70%;
  • Società controllate ex art. 2359 co. 1 n. 2 C.C. direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dai Ministeri;
  • Società controllate, direttamente o indirettamente, ex art. 2359 co. 1 n. 1 C.C. dalle predette Amministrazioni pubbliche o da enti/società di cui alle lettere a), b), c) e d);
  • Società quotate inserite nell’Indice FTSE MIB identificate ai fini Iva.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap