Il comma 19 introduce una “norma interpretativa” circa l’individuazione dei “beni significativi” nell’ambito degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria su immobili a destinazione abitativa privata per i quali si applica l’Iva al 10%.

In base alla nuova interpretazione, l’individuazione dei beni significativi va effettuata in base all’autonomia funzionale dei beni rispetto al manufatto principale.
Inoltre, come valore di detti beni, deve essere considerato quello risultante dall’accordo contrattuale tra le parti e che deve contenere solo gli oneri di produzione degli stessi (materie prime e manodopera impiegata per la loro produzione); valore che non deve essere inferiore al costo di acquisto degli stessi beni.

Si precisa che la fattura emessa dal prestatore, deve contenere oltre il servizio reso che costituisce l’oggetto della prestazione, anche i beni di valore significativo forniti nell’ambito dell’intervento.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap