Si elencano le novità più rilevanti in materia fiscale previste dal disegno di legge della Legge di Bilancio 2018, in attesa dell’approvazione definitiva da parte del Senato.

  • PROROGA MAXI AMMORTAMENTO: è prevista la proroga del Maxi ammortamento per gli acquisti di beni strumentali nuovi effettuati dal 01.01.2018 al 31.12.2018. Si sottolinea però che il costo di acquisto può essere incrementato del 30% e non più del 40%. Inoltre sono esclusi tutti i veicoli a deducibilità limitata, quelli concessi in uso promiscuo a propri dipendenti e anche quelli esclusivamente strumentali all’attività d’impresa e di uso pubblico. In sostanza è esclusa dall’agevolazione l’intera categoria dei veicoli.
  • PROROGA IPER AMMORTAMENTO: è prorogata anche per tutto il 2018 la facoltà di incrementare del 150% il costo di acquisto di beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica/digitale come indicato nell’Allegato A della Legge di bilancio 2017. Per gli investimenti in beni immateriali strumentali di cui all’Allegato B il costo di acquisizione è aumentato del 40%.
  • CREDITO D’IMPOSTA SPESE DI FORMAZIONE: a decorrere dal 2018 per le imprese che effettuano attività di formazione, è previsto un credito d’imposta pari al 40% delle spese relative al costo aziendale del personale dipendente per il periodo occupato nella formazione svolta per acquisire o consolidare conoscenze tecnologiche previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0. Il credito d’imposta è riconosciuto fino ad un massimo annuo di euro 300.000,00 per ciascun beneficiario. I costi relativi alle spese agevolabili, vanno certificati dal soggetto incaricato della revisione legale/collegio sindacale/professionista iscritto all’albo dei revisori legali.
  • AUMENTO ALIQUOTE IVA DEL 10% E DEL 22%: l’aumento delle aliquote previsto per il 2018 dal D.L. 50 dovrebbe essere rinviato al 2019.
  • FATTURAZIONE ELETTRONICA/COMUNICAZIONI DATI IVA: dal 2019 dovrebbero essere ridisegnati gli obblighi comunicativi per i soggetti Iva. In particolare si prevede l’obbligo di emissione della fattura elettronica in formato XML per tutte le operazioni poste in essere tra soggetti residenti o stabiliti in Italia e dovrebbe, di conseguenza, venir meno l’obbligo di comunicazione dei dati fatture emesse e ricevute. Verrà introdotta una comunicazione delle operazioni transfrontaliere per le cessioni di beni e prestazioni i servizi da e verso soggetti non stabiliti in Italia.
  • RIVALUTAZIONE DELLE PARTECIPAZIONI E DEI TERRENI: anche per il 2018 sarà consentito alle persone fisiche, società semplici, enti non commerciali e soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia, di rivalutare il costo o il valore di acquisto delle partecipazioni non quotate e dei terreni posseduti alla data del 01/01/2018 affrancando in tutto o in parte la plusvalenza conseguita. L’imposta sostitutiva viene calcolata applicando l’aliquota dell’8%.
  • INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA: la legge di bilancio 2018 prevede la proroga della detrazione per la generalità degli interventi di riqualificazione energetica nella misura del 65% per le spese sostenute fino al 31.12.2018. Per alcuni interventi è prevista la riduzione della percentuale di detrazione dal 65% al 50% con modifica anche degli importi massimi di detrazione consentita. Verranno, inoltre, emanati nuovi decreti con i quali verranno ridefiniti i requisiti tecnici e i massimali di spesa per singola tipologia di intervento nonché i controlli da parte dell’ENEA.
  • INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO: prevista la riconferma della misura del 50% (e non del 36%) su un importo massimo di euro 96.000 (e non 48.000) per le spese sostenute fino al 31.12.2018 per gli interventi di recupero edilizio.
  • BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI: dovrebbe essere riconfermata la proroga di tale agevolazione fino al 31.12.2018. E’ necessario che i lavori di recupero edilizio siano iniziati a decorrere dall’01.01.2017. Invariato l’importo di euro 10.000,00.
  • NUOVO BONUS “VERDE”:  La legge di bilancio 2018 prevede una nuova detrazione del 36% su una spesa massima di euro 5.000,00 per unità immobiliare a uso abitativo, per interventi di:
  • Sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti e impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
  • CEDOLARE SECCA PER CANONI CONCORDATI: l’aliquota del 10% viene confermata fino al 2019.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap