Come già riportato nelle circolari precedenti, l’art. 3 del D.L. 50 ha soppresso il limite annuo di euro 5.000,00 (cinquemila) che obbligava i soggetti Iva all’utilizzo dei servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate (Entratel o Fisconline) per la presentazione dei modelli F24 con compensazione di crediti. Per cui, tutti i modelli F24 aventi scadenza successiva al 24 aprile 2017, nei quali erano presenti crediti fiscali in compensazione, dovevano essere presentati esclusivamente mediante i canali Entratel o Fisconline, indipendentemente dall’importo del credito che si va ad utilizzare e indipendentemente dal saldo finale del modello stesso.
Con apposita Risoluzione, la n. 68, l’Agenzia delle Entrate, specifica che se nel modello F24 viene di fatto riportata una compensazione interna con saldo a debito, il modello F24 può essere presentato anche regolarmente tramite home banking.
Esempio 1:
presenza di un credito Ires di euro 6.000,00 e un debito Ires per acconti di euro 10.000,00 il modello F24 avente un saldo netto a debito di euro 4.000,00 potrà essere presentato con home banking.
Esempi 2:
presenza di un credito Ires di euro 4.000,00 e di un credito Iva di euro 4.000,00 e di un debito Ires per acconto di euro 10.000,00, tale delega va presentata ESCLUSIVAMENTE, tramite canali messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate in quanto sono presenti crediti in compensazione di natura diversa che realizzano una compensazione orizzontale o esterna.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap