In data 29 giugno 2019 nella G.U. n. 151 è stata pubblicata la Legge 58/2019 di conversione del D.L. 34/2019 (Decreto Crescita).

Alla luce dei ritardi con cui è stato reso disponibile il software per l’elaborazione degli Indicatori Sintetici di Affidabilità fiscale (ISA) da parte dell’Agenzia delle Entrate, sono stati prorogati i termini di versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni dei redditi.

Il nuovo termine di pagamento è fissato al 30 SETTEMBRE 2019.

SOGGETTI INTERESSATI ALLA PROROGA

–  soggetti per i quali sono stati approvati gli ISA e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore ad euro 5.164.569,00;

–  soci di società di persone, soci di associazioni professionali, soci di società di capitali trasparenti, collaboratori dell’impresa familiare e coniuge dell’azienda coniugale interessati dagli ISA;

–  soggetti che adottano il regime dei minimi/forfetari;

–  soggetti che determinano il reddito con altre tipologie di criteri forfetari;

–  soggetti che dichiarano una causa di esclusione dagli ISA.

PROROGA VERSAMENTO IMPOSTE PER I SOGGETTI ISA

3

SOGGETTI NON INTERESSATI DALLA PROROGA

–  persone fisiche private;

–  imprenditori agricoli titolari esclusivamente di reddito agrario;

–  soggetti che hanno conseguito ricavi/compensi di ammontare superiore ad euro 5.164.569,00.

IMPOSTE SOGGETTE A PROROGA

–  tutte le imposte risultanti dalle dichiarazioni dei REDDITI/IRAP/IVA a titolo di saldo 2018 e I acconto 2019;

–  addizionali Irpef (regionali e comunali)

–  contributi previdenziali (IVS, Gestione separata INPS, Contributi CIPAG)

–  cedolare secca

–  IVIE/IVAFE

–  Diritto CCIAA 2019

Sempre possibile il pagamento rateale ma il numero massimo di rate è pari a 3.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap