Come noto, il Decreto 124/2019 collegato alla Legge di Bilancio 2020, ha introdotto specifici adempimenti in presenza di contratti di applato/subappalto caratterizzati da prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà dello stesso.

In particolare ci si riferisce all’obbligo da parte dell’impresa appaltatrice/affidataria/subappaltatrice di effettuare il versamento delle ritenute operate mediante distinti modelli F24 per ciascun committente senza possibilità di compensazione e l’obbligo di verifica dell’avvenuto versamento da parte del committente mediante richiesta di copia del mod. F24 versati.

La norma ha anche introdotto degli esoneri specifici in capo alle imprese appaltatrici, affidatarie e subappaltatrici che allegano una specifica certificazione fiscale (Durf) che viene rilasciata dall’Agenzia delle Entrate.

Si precisa che tale certificato è messo a diposizione delle imprese a partire dal terzo giorno lavorativo di ogni mese e ha validità di 4 mesi dalla data di rilascio. Tale certificato attesta la sussistenza dei requisiti necessari per la disapplicazione degli obblighi citati con riferimento all’ultimo giorno del mese precedente al quello della scadenza delle ritenute.

Il certificato sarà a diposizione presso qualunque ufficio territoriale della direzione provinciale competente in base la domicilio fiscale dell’impresa, dopo specifica richiesta da parte dell’interessato. Ad oggi la modalità di richiesta di tale certificato non è ancora disponibile.

© 2015 STUDIO PIETROBON & ASSOCIATI - Piazza della Serenissima, 20 - 31033 Castelfranco Veneto (TV) - P.I. 04495650261 | Credits | Sitemap